La radiologia digitale è il primo livello diagnostico


Spesso il medico ci prescrive degli esami diagnostici e per la radiologia digitale a Roma, il Gruppo Sanem dispone di macchinari innovativi ed è una struttura convenzionata con il SSN.

La radiologia digitale a Roma è importante perché è la metodica diagnostica più conosciuta in quanto è il primo livello diagnostico. La radiologia digitale a Roma eseguita presso i centri del Gruppo Sanem consente, tramite l’utilizzo di radiazioni ionizzanti, di eseguire indagini cliniche su vari apparati per diagnosticare patologie.
Esempi sono la radiografia del torace per lo studio di patologie polmonari, gli studi delle articolazioni per l’individuazione di lesioni acute, traumatiche o croniche (fratture, infrazioni, artrosi, neoplastiche ecc).

La radiologia digitale a Roma viene eseguita senza preparazione del paziente, su richiesta motivata del medico di medicina generale, pediatra o specialista e senza l’utilizzo di mezzo di contrasto.

La radiologia digitale a Roma è la branca della medicina che si occupa di fornire immagini dell’interno del corpo umano, allo scopo di fornire informazioni utili alla diagnosi.
Per questo motivo si parla anche di radiodiagnostica.

Presso gli ambulatori specialistici del Gruppo Sanem si effettua radiologia digitale a Roma, apparato osteo-articolare, apparato respiratorio, apparato digerente, apparato urinario, mammografia, orto panoramica, età ossea, stratigrafia.

Se dopo aver effettuato i primi esami diagnostici non si ottiene un risultato chiaro è necessario eseguire i cosiddetti esami di 2° livello .
Il Gruppo Sanem dispone di macchinari come la risonanza magnetica aperta e la TAC.
La TAC viene considerata un esame di 2° livello, ovvero volto a chiarire dubbi diagnostici di particolare importanza clinica ai quali gli esami radiologici ed ecografici più semplici e meno costosi non sono arrivati a dare una risposta definitiva.
La TAC rappresenta pertanto attualmente una metodica di diagnostica per immagini oramai largamente diffusa e utilizzata in rapporto a numerose e diverse esigenze cliniche, data la sua possibile applicazione in tutti i distretti corporei.
Poiché è in grado di fornire immagini assiali di ogni distretto e, grazie a software dedicati, permette anche la elaborazione tridimensionale delle immagini acquisite, la TAC si pone come metodica ottimale per lo studio anche di complesse strutture anatomiche ed è un esame oramai molto utilizzato, specialmente nella valutazione pre-chirurgica.
Numerosi sono infatti i campi di applicazione di questo esame: da un uso finalizzato ad una valutazione puramente diagnostica (in ambito vascolare, oncologico, traumatologico, ecc), negli ultimi anni la TAC si sta inoltre imponendo come tecnica di fondamentale ausilio nelle procedure interventistiche, sia a scopo diagnostico (ad esempio biopsie TAC guidate), sia terapeutico (termoablazioni a radiofrequenza, posizionamento di drenaggi, ecc).
Per informazioni dettagliate contattare la struttura e consultare il sito www.grupposanem.eu