Meglio rimedi per le emorroidi naturali o chirurgici?


Chi ha la sfortuna di soffrire di emorroidi desidera solo una cosa: guarire e lasciarsi alle spalle questi fastidiosi problemi che impattano non poco sulla qualità della vita. A questo proposito sono diverse le strade che si possono intraprendere, a seconda del tipo e della gravità dei sintomi di cui si soffre.

Prima di tutto, e prima di intraprendere un qualsiasi trattamento, bisogna farsi visitare da un medico. Solo lui infatti potrà diagnosticare con precisione il tipo di problema di cui si soffre e, di conseguenza, indicare qual è la strada migliore per trattarlo.

Ragazza che si tocca il sedere dolenteVi sono infatti disturbi emorroidari fastidiosi ma risolvibili attraverso approcci mirati che passano dal contrasto della stitichezza, che spesso è alla causa di tutto.

Non sempre però alimentazione, moto e altre strategie per debellare la stipsi sono sufficienti per eradicare il problema delle emorroidi; quando infatti i sintomi sono presenti da lungo tempo e perciò hanno assunto un carattere cronico, è possibile che vi sia stata una compromissione tale dei tessuti da generare un prolasso che solamente mediante un intervento chirurgico è possibile risolvere.

Il passaggio a rimedi per le emorroidi ad approccio più incisivo può concretizzarsi ad esempio nel metodo THD Doppler che, basato sulla dearterializzazione selettiva e sul “lifting” dei cuscinetti prolassati, interviene in modo mirato e risolutivo tanto sui problemi di sanguinamento e dolori quanto sulla dislocazione dei tessuti.