L’Olio delle Colline, Paesaggi dell’Extravergine e buona pratica agricola dei Lepini, Ausoni e Aurunci


Oli in gara nel 2015Olio: prorogate al 5 Febbraio iscrizioni al Concorso provinciale “L’Olio delle Colline, Paesaggi dell’Extravergine e buona pratica agricola dei Lepini, Ausoni e Aurunci”. Ufficiale: la premiazione al Monumento Naturale Giardino di Ninfa.

Ancora 15 giorni per partecipare al Concorso “L’Olio delle Colline”. E’ stato infatti prorogato al 5 febbraio 2016 il termine per la presentazione delle domande. Possono partecipare olivicoltori che abbiamo prodotto almeno 100 chilogrammi di olio nell’annata 2015/2016.

Sono ormai undici anni che il Capol e l’Aspol, con il patrocinio dell’Ente provinciale e della Camera di Commercio di Latina, organizzano questa iniziativa che ha lo scopo di promuovere e valorizzare l’olio extra vergine di oliva e di diffondere la cultura dell’assaggio professionale. Valutare un olio non è affatto facile, c’è bisogno di professionisti formati che seguono una procedura precisa. Solo in questo modo si può avere un risultato attendibile. Troppo spesso infatti produttori e consumatori sono confusi davanti a pareri contrastanti. Solo l’assaggio professionale può far luce sulla qualità di un olio. Per avere la certezza del risultato, i tecnici dell’associazione si impegnano anche a ritirare i campioni direttamente presso gli olivicoltori. Solo così si può avere la sicurezza che l’olio sia stato prodotto da chi lo presenta al concorso. E’ questa una garanzia ulteriore per i partecipanti.

I campioni di olio ammessi al Concorso saranno sottoposti ad un esame organolettico ufficiale, a norma di legge, che sarà effettuato presso la Sala Panel della Camera di Commercio di Latina, secondo quanto disposto dall’all.XII al Reg. CEE 2568/91 e successive modifiche, da una Giuria costituita da assaggiatori iscritti agli Elenchi Regionali/Nazionale di tecnici ed esperti degli oli di oliva vergini ed extra vergini, coordinati dal Capo Panel, Dr Giulio Scatolini.

Verranno premiati i primi 3 oli Extra Vergini classificati per le singole tipologie di Fruttato (leggero, medio, intenso), produttori dell’olio che avranno ottenuto il maggior punteggio. Ai restanti campioni di olio selezionati per la finale sarà assegnata la “Gran Menzione”. Sono previsti inoltre premi all’olio DOP Colline Pontine, al miglior Olio Biologico nonché alla migliore confezione.

Il concorso dedica anche una sezione ai Paesaggi dell’Extravergine e Buona Pratica Agricola, il premio Custode delle Colline, rivolto alle aziende olivicole che operano rispettando i requisiti agro-ambientali. Si punta a cogliere il legame profondo tra produzione, cultura e paesaggio dell’ulivo, indirizzando l’attenzione e lo sguardo sulle esperienze e le differenze legate al territorio e ai differenti metodi di coltivazione. Immagini, dunque, che rappresentino l’olivicoltura e la produzione dell’olio viste in tutti i loro aspetti con particolare attenzione al paesaggio contemporaneo nei diversi territori collinari della nostra provincia caratterizzati dalla presenza dell’ulivo.

Novità: Quest’anno, accogliendo le richieste dei partecipanti per la prima volta, è stato istituito il premio per le Olive da mensa “ Gaeta” e “Itrana Bianca”. Edizione n.1, che riprende il numero zero svolto nel 2006 a Sonnino a carattere sperimentale, l’iniziativa costituirebbe il primo evento di questo tipo nello specifico settore agroalimentare a livello provinciale.

Il presidente del Capol e Coordinatore del Concorso, Luigi Centauri “L’Olio delle Colline” sottolinea, “questo annuale concorso itinerante, ormai tradizionale appuntamento nei luoghi più suggestivi della provincia, essendosi svolta nelle edizioni precedenti presso l’Abbazia di Valvisciolo, il Castello di Itri, il Castello Caetani di Sermoneta, l’Abbazia di Fossanova, Piazza Garibaldi di Sonnino, il Palazzo Baronale di Fondi, il Castello di San Martino, è momento importante per la conoscenza e la comunicazione della qualità di questo nostro prodotto, tanto eccellente – sia per le qualità organolettiche che salutistiche – quanto poco noto; ciò, nonostante sia da secoli intimamente legato alle tradizioni e alla storia delle popolazioni locali”.

Per condurre al meglio le selezioni e avvicinare sempre di più la cultura dell’olio di qualità al territorio, verranno organizzate preselezioni presso le aree interessate dal concorso (Lepini, Ausoni, Aurunci). I dettagli dell’iniziativa si possono trovare nel bando depositato presso la sede delle associazioni Aspol e Capol, la Provincia di Latina e i frantoi della provincia di Latina. Saranno poi tecnici dell’associazione a prelevare i campioni direttamente presso i magazzini dei partecipanti. E’ questa una garanzia ulteriore per i partecipanti. La premiazione avverrà nel corso di una cerimonia che si terrà il 5 marzo 2016 presso il Parco Naturale Pantanello situato all’interno del Monumento Naturale Giardino di Ninfa – Cisterna di Latina.

Per informazioni si può contattare il N. 329.1099593 e-mail: capol.latina@gmail.com