Le pareti divisorie per ufficio, per preservare la privacy senza mai trascurare il design


L’importanza del comfort acustico negli ambienti di lavoro,sia relativamente alle leggi sul  rispetto della privacy che per agevolare appunto la produttività dei lavoratori, è sempre più importante e ricercata

Per questi cruciali motivi, le strutture mobili più comunemente chiamate pareti divisorie acustiche, pareti che alla vista sono esattamente identiche a quelle con sola funzione divisoria, ma che vengono realizzate con materiali in grado di garantire le due caratteristiche dell’isolamento acustico, sono sempre più utilizzate e diffuse da diversi tipi di aziende con grandezze ed esigenze molto variabili.

Queste strutture divisorie debbono avere imprescendibilmente due pregorative importantissime : devono essere in grado di trattenere il rumore proveniente dalla fonte (fonoisolanti) e devono inoltre essere in grado di assorbire il rumore proveniente da fonti esterne (fonoassorbenti).

Se vogliamo invece sviscerare  l’aspetto strettamente legato al design e quindi visivo e decorativo delle suddette pareti, esse sono totalmente personalizzabili sia nei material e nelle decorazioni che nella struttura esterna, inoltre vengono realizzate totalmente su misura, esattamente come un abito sartoriale.

I materiali utilizzati nella struttura interna delle pareti acustiche per creare la prerogativa di isolare i rumori ,sono per lo più fibre minerali, sughero, poliuretano espanso e polistirolo in forma di schiuma. Una parete divisoria acustica efficace e tecnologica, è in grado di contrastare il rumore quando essa è  realizzata con una combinazione di entrambi i materiali o con materiali che sommano le due principali caratteristiche tecniche.

Il risultato è quindi garantito in termini tecnici e tramite l’utilizzo di materiali sicuri, garantendo anche un effetto estetico e e visivo eccellente.