Guadagnare in salute con una city bike da donna


Donne in biciclettaUn recente articolo pubblicato sulla rivista Business Insider parla di un aumento del +40% del numero di pendolari in bicicletta sulle strade statunitensi dal 2000 ad oggi. Una cifra del tutto rilevante che dimostra come la scelta di questo mezzo, ecologico ed economico, ha riguardato un numero crescente di persone in un paese che tradizionalmente rimane comunque molto legato all’impiego dell’automobile – si calcola che ogni giorno negli USA circolino oltre 200 milioni di veicoli privati.

Utilizzando la bicicletta si risparmia innanzitutto denaro, sia pubblico che privato: secondo uno studio effettuato dai ricercatori dell’università di Lund, mentre le automobili costano alla collettività e ai proprietari 0.50€ ogni km percorso, le due ruote comportano una spesa di appena 0.08€.

Le biciclette inoltre non producono inquinamento atmosferico, aiutano a snellire il traffico cittadino e riducono gli impatti dell’inquinamento acustico, anche se è dal punto di vista della salute delle persone che i loro effetti positivi risultano più evidenti.

Soprattutto per chi ha poco tempo per dedicarsi all’attività fisica, come le donne, pedalare su una bici da città nel tragitto casa-lavoro rappresenta un ottimo esercizio cardiovascolare che può sostituire la palestra. Consumando calorie e tonificando la muscolatura, chi ha qualche chilo di troppo potrà beneficiare della pedalata quale prezioso alleato per dimagrire.

In più, uno studio dell’università di Umeå (Svezia) ha dimostrato che le donne di mezza età che si dedicano a questo esercizio fisico hanno un rischio inferiore di andare incontro a fratture del polso. Le due ruote sono quindi ideali per rimanere in forma e contrastare l’invecchiamento!