Gli ascensori panoramici al servizio di musei e spazi espositivi


Tra i più grandi pittori olandesi di tutti i tempi non si può non ricordare Vincent Van Gogh, autore di opere dal fascino intramontabile tra cui ad esempio “I girasoli”, “La notte stellata”, “I mangiatori di patate”, oppure il i suoi famosi autoritratti. Amsterdam ha dedicato a questo geniale artista il Van Gogh Museum, uno dei musei più visitati dei Paesi Bassi, che recentemente è stato oggetto di un importante restyling.

Nello specifico l’ingresso è stato riprogettato dalla Has van Heeswijk Architects così da trasformarlo in una luminosa hall in cui il vetro è il materiale predominante. Ci è voluto un anno e mezzo per ultimare i lavori, ma il risultato ne è valso sicuramente la pena perché oggi il Van Gogh Museum si presenta al grande pubblico in una veste completamente rinnovata.

Nuovo Van Gogh Museum

Tra gli elementi di maggior spicco, oltre alle 20 colonne di vetro e agli ambienti che catturano sapientemente la luce del sole, il celebre museo di Amsterdam è stato dotato di un nuovo ascensore panoramico in vetro che permette ai passeggeri di spostarsi lungo la verticale dell’edificio in modo inedito e suggestivo.

Questa notizia offre uno spunto importante per parlare degli ascensori di tipo panoramico e delle loro straordinarie potenzialità a livello edilizio: si tratta infatti di impianti che possono essere utilizzati non solo per “risparmiare” spazio, collocandoli all’esterno degli edifici, ma anche per valorizzarne l’insieme.

Specializzata in progettazioni e installazioni di questo genere è Farma Ascensori, i cui impianti panoramici sono adatti a musei, contesti residenziali, uffici, centri commerciali e qualunque struttura necessiti di un impianto moderno e dall’aspetto elegante.