I gatti touch


Il touchscreen è oggi la nuova frontiera del divertimento dei gatti di casa già in atto. La rivoluzione digitale, e tecnologica che ci ha coinvolto in questi decenni, ha coinvolto anche i nostri animali domestici e in particolare i gatti che sono molto curiosi e amano le novità. Quindi non dicono addio a gomitoli di lana e topolini di pezza ma il tablet ad esempio, è diventato uno strumento che li incuriosisce molto e con cui volgiono interagire.
Uno studio condotto da un gruppo di ricerca guidato dall’etnografa australiana Larissa Hjorth, che insegna alla facoltà di scienze della comunicazione al Royal Melbourne Institute of Technology, ha dimostrato di recente infatti che i gatti partecipano ai giochi interattivi su vari dispositivi elettronici che abbiamo in casa.
I ricercatori hanno passato tre anni ad analizzare le abitudini in australia in questo caso in campo di giochi elettronici  in diverse città del Paese, e qui hanno incontrato numerose famiglie che hanno un gatto domestico.
«Quando abbiamo cominciato non ci aspettavamo di trovare altri giocatori all’infuori degli umani – racconta la prof. Larissa Hjorth – e invece, a quanto pare, anche gli animali partecipano con loro. I gatti osservano gli altri membri della famiglia e capiscono quando il gioco sta per iniziare – aggiunge la Hjorth – tanto che cercano subito di prenderne parte».

Il touchscreen potrebbe essere quindi la nuova frontiera dei giochi dei mici, come sottolinea la ricercatrice: «Sappiamo che in molte case gli animali sono considerati come parte integrante della famiglia, ma quando abbiamo iniziato il nostro studio non pensavamo proprio che l’interazione tra umani e animali si sarebbe potuta estendere anche ai videogiochi».

Provare per credere.