La crisi dei Compro Oro


Gioielli, monili, orologi e molti altri oggetti in oro vengano quotidianamente offerti ai compro oro di tutte le zone di italia, soprattutto negli anni passati il giro di affari del settore dei compro oro ha raggiunto cifre da capogiro, sull’onda della crisi economica e del prezzo aureo che fino al 2011 era molto elevato.
Oggi dopo anni di crescita anche il settore dei compro oro ha subito una battuta di arresto, si stima che quasi un terzo di questa attività commerciali hanno chiuso i battenti, le cause di questa crisi dei compro oro dipende dall’inversione di tendenza di quei fattori che fino a qualche anno fa ne hanno fatto la fortuna.
La diminuzione del prezzo aureo è uno di questi fattori, l’elevata quotazione dell’oro in borsa rendeva conveniente cedere il proprio oro usato ai compro oro che riconoscano un prezzo proporzionale alla quotazione oro del momento.
Un altro fattore che ha portato alla diminuzione del giro di affari è la minore disponibilità di oggetti in oro da parte dei privati, che sostanzialmente hanno già ceduto gran parte dei propri ori negli anni precedenti e in pochi nel frattempo hanno riacquistato gioielli e oggetti in oro che potrebbero essere rivenduti.
Un altro fattore da tenere in considerazione è la minor urgenza di contanti rispetto ai primi anni della crisi, nonostante le difficoltà economiche degli italiani non siano finite dopo anni di recessione in molti si sono adattati alle ristrettezze economiche ad hanno tagliato numerose spese, come viene confermato dalla sostanziale stagnazione dei consumi, così facendo il numero di persone con urgente necessità di contanti è sicuramente minore rispetto ai primi tempi di crisi economica, quando in molti si sono trovati spiazzati per aver preso impegni economici che non riuscivano più a sostenere e utilizzavano i compro oro come bancomat vendendo oggetti preziosi in oro.
Con la diminuzione del giro di affari solo i compro oro più professionali e onesti sono riusciti a resistere, negli anni del boom il settore attrasse alcune persone che aprirono i compro oro per ottenere il massimo guadagno speculando in modo esagerato sul prezzo di acquisto, nonostante ciò altri operatori del settore fin dall’inizio hanno riconosciuto un prezzo di acquisto equo fidelizzando i clienti, che ancora oggi seppur non vendano direttamente consigliano a conoscenti ed amici i compro oro che riconoscano il prezzo di acquisto più alto per l’oro usato.
Concludendo si può dire che nonostante il numero dei compro oro sia calato oggi il settore sta attraversando un periodo di maturazione dove solo le attività più professionali ed in regola con le varie leggi che lo regolamentano riescano a resistere.