Cosa vedere in Sardegna: Olbia e Pittulongu


Olbia è una città molto rinomata che si trova nella parte nord-est della Sardegna. La città ha una lunga storia e, nonostante oggi sia vista soprattutto come una città di transito per i viaggiatori che arrivano o partono dalla Sardegna, questa città ha anche un fascino a sé stante.

Il piccolo nucleo storico di Olbia è un luogo piacevole per passeggiare e sedersi in un ristorante o in un bar tipico del luogo. La città non è costosa, ma offre una grande varietà di attività: viaggi in barca, shopping, visite al centro storico e al mare.

Le più importanti attrazioni turistiche sono la chiesa di San Paolo, la basilica minore di San Simplicio e il Museo Archeologico, rendendo questa località una vacanza perfetta per chi è alla ricerca di family hotel Sardegna, per trascorrere dei giorni con la propria famiglia e bambini al seguito. La città si trova sulla riva di una grande baia, con una strada che separa la città dal porto. Il porto storico di Olbia, in uso fin dall’epoca preromana, era in questa zona, ma al giorno d’oggi il porto principale si trova su un’isola nella baia, collegata da una strada rialzata sulla città.

Il nucleo centrale di Olbia è Corso Umberto, una vivace strada alberata ricca di negozi che conduce verso il lungomare. Nella parte superiore di una bassa collina, si apre in Piazza Margherita, il vero cuore della città. Intorno a questa ci sono diverse stradine fiancheggiate da interessanti edifici antichi in pietra e, a pochi passi, un’altra bellissima piazza, Piazza Matteotti.

Il Lido di Pittulongu

Il Lido di Pittulongu si trova a soli 8 km da Olbia e si compone di 4 spiagge che coprono circa 1,3 km: Playa, Squalo, Pellicano e Mare e Rocce. La spiaggia più grande è lunga circa 800 metri. Tutte le spiagge offrono una splendida vista dell’Isola di Tavolara, che si trova appena a sud-est della spiaggia di Pittulongu.