Come fare Trading Online


 

segnali di trading onlineLa nuova frontiera degli investimenti finanziari è il trading online che permette a tutti di investire nei mercati finanziari pur non avendo elevate risorse economiche a disposizione.

Il trading online è un mercato OTC, “Over The Counter“, cioè non è ubicato in un luogo fisico, infatti gli scambi avvengono in rete, si tratta di un mercato globale ed è accessibile 24 ore al giorno per 5 giorni la settimana, sono esclusi i week end.

Per poter operare nel trading online è necessario avere una connessione internet, possibilmente di buona qualità, ed un computer, uno smartphone o un tablet (negli ultimi due casi occorre scegliere un broker che metta a disposizione piattaforme compatibili con tali dispositivi).

Nel trading online si guadagna dai mutamenti di valore degli asset sottostanti, se il trader è in grado di analizzare il mercato e capire in anticipo quale sarà l’andamento futuro, riuscirà ad avere un guadagno, in caso contrario vi saranno delle perdite.

Grazie al rapporto di leva, pur investendo poco, sarà possibile avere dei guadagni soddisfacenti. Il leverage è un moltiplicatore, ad esempio se il rapporto è 1:100 investendo un euro è come se fossero stati investiti 100 euro, di questi 1 è dell’investitore, gli altri 99 sono del broker. Se vi è un guadagno del 20%, gli iniziali 100 euro diventano 120, di questi 99 devono essere restituiti al broker, che solitamente trattiene anche una commissione comunque bassa, mentre la restante parte resta al trader e a ben vedere con un investimento da un euro, il guadagno è importante. È bene fare attenzione al fatto che il meccanismo opera anche in caso di perdite, ecco perché è consigliato non scegliere broker con leverage eccessivamente elevato. Grazie al rapporto di leva si può essere operativi anche versando poco in conto, la scelta dipende anche dai conti messi a disposizione dal singolo trader, ma ve ne sono che consentono di operare con somme non alte, ciò implica che tutti possono fare trading on line, anche chi ha perso il lavoro vuole avere delle entrate alternative.

Diversi sono i mercati in cui si può operare e ognuno può trovare quello in cui è più preparato.
Il più conosciuto è il trading forex, o mercato delle valute, nel quale i trader scambiano coppie di valute in base al valore atteso.
Importante è anche il mercato azionario o CFD, Contract For Difference, in questo caso a differenza del mercato tradizionale non occorre comprare almeno un pacchetto azionario per poter essere operativi quindi si opera anche senza avere la liquidità solitamente richiesta per investire in azioni. Il trader che investe in CFD semplicemente punta su un andamento futuro al rialzo o al ribasso. Stesso meccanismo nel caso in cui di decida di investire in materie prime, Commodity, anche in questo caso non si compra, ad esempio oro fisico, ma si investe sull’andamento del valore e quindi si possono impegnare anche piccolissime somme. Infine è possibile investire con gli indici, come il Nasdaq o il Cac 40.

La possibilità di investire cifre irrisorie implica che ciascun trader, in base alle proprie capacità, può contemporaneamente aprire più posizioni e ciò riduce il rischio in quanto lo spalma su più investimenti.

A questo punto molti si stanno chiedendo se è davvero possibile guadagnare con il trading online e se tutti possono riuscirci. La risposta alla prima domanda è positiva, ma è bene fare delle puntualizzazioni. La prima è che non ci si improvvisa trader, ma è necessario studiare per capire come funzionano gli investimenti finanziari e i fattori economici che influenzano i singoli mercati interessati. Il consiglio è di non aprire un conto con il primo broker che capita, ma cercare informazioni su serietà e professionalità e sui servizi offerti, ad esempio un piano didattico. In secondo luogo è consigliato iniziare con un conto demo, o virtuale, cioè un conto in cui non vi sono soldi reali e con il quale è possibile capire come funziona il trading e l’uso delle piattaforme.