Cofi contro l’anatocismo e gli indebiti bancari: le banche sono più disposte a trattare


Cofi, azienda operante da 20 anni nella consulenza commerciale e finanziaria, nel controllo degli abusi bancari quali anatocismo, interessi ultra legali, costi non pattuiti sia nei conti correnti che nei mutui, leasing e derivati, rileva un aumento di richieste di perizie econometriche con conseguente risoluzione in via stragiudiziale delle richieste di rimborso. 

Nei primi 6 mesi del 2015 sono aumentate del 7% le richieste di controllo costante dei conti correnti con l’attivazione di un servizio di monitoraggio sugli estratti conto; del 5% le richieste di perizie econometriche volte a quantificare il rimborso per indebiti bancari e del 4% le richieste ufficiali di rimborso alla banca in tutti i prodotti bancari: conti correnti, mutui, leasing e derivati.

Di queste, il 40% si conclude per via legale mentre si registra una crescente tendenza alle risoluzioni per via stragiudiziale: di fatto oggi le banche sono più disposte a trattare per evitare una sconfitta certa in tribunale, con conseguente danno di immagine.

E’ quanto emerge da una analisi interna di Cofi srl, azienda leader in Italia nel campo del controllo bancario.

“La lunghissima esperienza di Cofi nella consulenza aziendale e nei controlli sulle banche ci permette di avere un osservatorio privilegiato su questo fenomeno” dichiara la Dott.ssa Laura Meloni, responsabile commerciale Italia Cofi srl.

“Già dagli anni ‘80 – racconta la Dottoressa Meloni – si osservava il primo caso di indebita applicazione di interessi non pattuiti, un fenomeno presente dieci anni prima dell’uscita dei tassi soglia, ricordando che la legge è intervenuta solo agli inizi degli anni ‘90”.

I dirigenti Cofi, con esperienza ventennale nella consulenza finanziaria ed aziendale hanno analizzato 26.000 conti correnti (elaborando perizie econometriche nel 68% dei casi) e riscontrato indebiti bancari, tassi di usura, anatocismo e costi occulti nel 94% dei casi, su tutti i servizi bancari proposti alla clientela.

La crisi economica e le situazioni drammatiche delle imprese hanno portato ad un naturale incremento di richieste di verifiche, controlli e perizie.

Questo incremento ha indotto Cofi srl a sostenere le imprese, offrendo loro la possibilità di fare analizzare gratuitamente i conti correnti, mutui, leasing e derivati (o swap) e altri prodotti bancari, da tecnici specializzati, per quantificare l’importo da rivendicare e farsi restituire dall’Istituto di credito. E’ possibile richiedere l’analisi gratuita direttamente dal sito http://www.cofisrl.net/

Ad oggi – interviene la Dott.ssa Meloni – si registra anche un aumento delle azioni che si risolvono positivamente in via stragiudiziale, cioè con accordi privati tra banca e cliente. Per noi e per i nostri clienti, una grande soddisfazione, perché attivando il nostro servizio di temporary bank manager cerchiamo sempre di far recuperare il dovuto senza andare in tribunale”.

Secondo le stime Cofi, infatti, le risoluzioni in via stragiudiziale sono aumentate del 12% nel 2014 e già nei primi 6 mesi del 2015 si è verificato un incremento dell’8%, un dato che può essere interpretato come un segnale di cambiamento da parte delle banche, che si vedono costrette a trovare un accordo nell’interesse di limitare i danni su troppe richieste di rimborso.

Il momento è più che mai propizio per gli imprenditori che decidono di vederci chiaro nei propri costi bancari, per scoprire l’importo che possono farsi restituire dalla banca, diffidando delle nuove società di analisi che sono nel mercato con poco tecnicismo, poca competenza e quindi con scarsi risultati.

In questo settore altamente specialistico come il controllo delle banche, ciò che risulta importante è il KNOW HOW dell’azienda in tema di tecnicismo e di diritto bancario, tradotto in termini di “sapere come” o “competenza”, che solo un’esperienza di oltre 20 anni può darti.

Una competenza ampiamente dimostrata dai legali Cofi srl grazie agli innumerevoli risultati e vittorie conseguite.

Cofi, leader in Italia nel settore dei controlli bancari, offre servizi destinati a tutte la aziende, al di là delle loro dimensioni e delle loro specificità operative e assistenza completa e continuativa. 

Da statistiche interne all’azienda emerge che il 94% degli oltre 25mila c/c aziendali, mutui e finanziamenti, leasing, derivati, analizzati presentano indebiti bancari, quali: tassi di usura, anatocismo, interessi ultra legali, costi occulti, interessi non pattuiti , e altre irregolarità.

COFI srl
Strada Vecchia del Pinocchio 26/a
60131 Ancona – Italia
Tel 071 290 04 15
Fax 071 290 55 01
Numero Verde 800 188 914
Email segreteriacommerciale@cofisrl.net
www.cofisrl.net