Cinemagrafia


Una cinemagrafia è una fotografia digitale in cui è presente un piccolo movimento, spesso ripetitivo e di solito vengono pubblicate con il formato/nome GIF e possono dare all’osservatore l’illusione di osservare un video in loop.

Possono essere quindi prodotte con una serie di foto o una breve registrazione video, convertite appunto grazie ad appositi software nel formato GIF o attraverso siti internet on-line che consentono la conversione di video e foto nel formato scelto. Solitamente il movimento riguarda solo un piano della fotografia (per sottolineare il contrasto con il resto della foto, immobile), ed è prodotto tramite la ripetizione infinita della stessa sequenza di fotogrammi (loop). Il tempo di riproduzione si può determinare tramite appositi programmi fotografici, come ad esempio photoshop, in cui si può decidere la velocità della ripetizione ed il tempo di esposizione dei fotogrammi.

Il GIF (Graphics Interchange Format) è un formato per immagini digitali di tipo bitmap. Il numero massimo di colori visualizzabili è 256 ma tra i punti di forza di questo formato vi sono la possibilità di creare immagini animate. Molto spesso viene usato per le animazioni e in secondo piano per le immagini fisse. Le immagini GIF sono comunque a bassa risoluzione: molto spesso sgranano e sopratutto una volta stampate ovviamente verrà stampato solo l’ultimo fotogramma memorizzato dal computer al momento dell’input di stampa.

Esiste una tecnica per simulare un numero maggiore di colori contemporanei (dithering), accostando pixel di colore diverso, simile alla retinatura della stampa in quadricromia. Tuttavia questo sistema tende a sgranare l’immagine e non sempre il risultato è migliore di un’immagine senza l’uso di questa tecnica. Infatti è proprio aumentando il dithering che avremo un’ampia gamma di colori ma un’immagine nettamente peggiore dal punto di vista della qualità.