Cerchi una crema contro la couperose? Occhio agli ingredienti


Sono soprattutto le donne dalla carnagione chiara ad essere colpite dalla rosacea, problema causato da un difetto della microcircolazione che causa l’arrossamento delle zone centrali del viso (guance e zone laterali del naso, in particolar modo).

Donna che stende crema sul visoÈ importante ricordare che la couperose, se non opportunamente trattata, potrebbe peggiorare con il passare del tempo: è per questo motivo che, pur non essendoci un rimedio definitivo al problema, esso va affrontato giorno dopo giorno con le giuste strategie.

D’estate solitamente anche i casi di rosacea con i sintomi più intensi tendono a migliorare: questo è dovuto alle condizioni ambientali, ma all’arrivo dei primi freddi – e delle contrazioni dei capillari in risposta alla temperatura – il fenomeno può tornare ad acuirsi.

Già, ma come si cura la couperose? Una crema contro gli inestetismi deve contenere principi attivi che apportino sollievo ai capillari irritati e li irrobustiscano. Ottimi ingredienti di origine naturale in grado di dare un aiuto concreto sono ad esempio estratti di ippocastano, biancospino o hamamelis.

Bisogna infine tenere presente che, oltre a trattamenti ad hoc, bisogna adottare uno stile di vita sano che contrasti la comparsa degli antiestetici sintomi della couperose. Fattori di rischio sono, in tal senso, il consumo eccessivo di alcol (che è un vasodilatatore), l’eccessiva esposizione ai raggi solari e i cibi particolarmente speziati o consumati troppo caldi.

In caso di couperose andrebbero evitati anche gli sbalzi di temperatura e gli esercizi fisici troppo intensi, ed attenzione infine ai farmaci corticosteroidi, come ad esempio il prednisone, e alle medicine che tendono a far dilatare i vasi sanguigni.