Le casette che affascinano i bambini


Spesso noi adulti dimentichiamo di essere stati anche bambini e di conseguenza dimentichiamo come ci si senta da bambini: quale sia la prospettiva anche fisica che essi hanno nei confronti degli altri, sopratutto degli adulti, e dello spazio che li circonda. Non è un caso che la famosa pedagogista Maria Montessori nel suo innovativo programma pensato per i più piccoli sottolinei l’importanza di creare uno spazio che sia a misura di bambino, con sedie e tavoli piccoli, casette per bambini, maniglie delle porte più basse, per rendere più fruibile per il piccolo tutto ciò che quotidianamente lo circonda.
Questo principio tutt’ora è in vigore infatti gli asili e le strutture per bambini sono organizzate ed arredate in funzione anche della loro statura e spesso presentano all’interno delle casette per bambini, l’unico posto in cui questo non avviene è la casa, paradossalmente proprio il posto in cui il bambino cresce, fa le prime esperienze e in cui trascorre la maggior parte del suo tempo. Per fare in modo quindi che i nostri bambini abbiano anche in casa uno spazio tutto loro in cui potersi rifugiare e in cui poter imparare a stare con sè stessi a fare le cose che piacciono a loro, elemento questo da non sottovalutare perchè imparare a gestire il rapporto anche con sè stessi e con le proprie necessità è un momento altamente formativo e profondamente importante per tutti gli individui ed influirà sull’adulto che quel determinato bambino sarà in futuro.
Un tempo i bambini erano soliti costruire delle casette sull’albero, delle tane o dei piccoli rifugi per sè o da condividere con gli amici della stessa età, oggi però la maggior parte delle volte il bambino cresce in città e in piccoli appartamenti dove le spazio è molto ridotto, per fare in modo quindi che anche i bambini moderni possano comunque vivere l’emozione di avere un posto tutto per sè è possibile montare in casa una casetta su misura per il piccolo. Esistono molti tipi di casette per bambini, da quelle per esterno un po’ più grandi e magari fornite anche di scivolo o altalena per chi ha un giardino o uno spazio esterno, a quelle più piccoline e semplici per interni che permetteranno di ritagliare uno spazio unico ed allegro all’interno della casa. Un elemento fondamentale è il colore della casetta, è bene che sia vivace ed allegra e volendo si potrà chiedere al bambino stesso di che colore la preferisca o che personaggi vorrebbe che ci fossero disegnati; se il nostro bambino è amante delle favole o delle avventure si potrà optare anche per una casetta a forma di nave pirata o di castello delle fate.
Ovviamente altro elemento molto importante è la sicurezza del bambino quindi va controllato con attenzione che il materiale con cui la casetta è realizzata, sia esso legno, plastica o altro, sia solido e resistente al tempo; che sia montata in maniera solida e stabile in un luogo non pericoloso; che non abbia chiusure danneggiate o poco sicure per l’incolumità del bambino e che i colori delle casette non siano tossici. Nel caso di bambini ancora troppo piccoli per casette per bambini in legno o in plastica esistono anche delle casette in tela, una sorta di cubo con delle aperture laterali attraverso le quali il bambino può entrare ed uscire, conservare all’interno i giochi e starne egli stesso all’interno in maniera tale da poter sviluppare già in tenera età il rapporto con lo spazio e il senso di chiuso ed aperto che a noi adulti appare naturale ed ovvio ma per il bambino è una grande e meravigliosa scoperta.