Balbuzie. Sconfiggiamola insieme!


Quello della balbuzie è un problema che affligge un numero elevatissimo di persone e, nonostante si tratti di un disturbo molto diffuso, ad oggi non si è ancora riusciti ad individuare una causa certa alla base della complicazione. Nel nostro Paese, però, ci sono esperti che si occupano di curare la balbuzie con metodi innovativi, ponendo al centro delle loro terapie una grande attenzione alla condizione psicologica del paziente, oltre che a quella della motricità verbale: fra essi spicca, per notorietà e per anni di esperienza, il dott. Marco Santilli, pedagogista e responsabile del Centro Specialistico per l’Eliminazione della Balbuzie dell’Associazione Italiana “La Nuova Parola“. Il dott. Santilli, ex balbuziente, si pone come uno dei maggiori esperti nel settore dei disturbi del linguaggio e della disfluenza verbale, potendo contare su una passione ventennale derivata dall’aver vissuto in prima persona tutti i problemi sociali e comunicativi causati dalla balbuzie: si tratta di un elemento che fa tutta la differenza del mondo, dato che la cura di questo problema impone necessariamente una conoscenza approfondita delle dinamiche che lo portano ad emergere, e delle conseguenze che esso causa a livello sociale.

L’importanza della componente emotiva e psicologica

Affrontare il problema della balbuzie non è un compito semplice, sia per il genitore che per lo studioso che se ne occupa: le difficoltà nel trattare le persone affette da disfluenza verbale nascono soprattutto perché il soggetto, non riuscendo a comunicare ciò che vorrebbe, tende a chiudersi, a diffidare del prossimo e a sentirsi costantemente giudicato. Non essendo un problema basato esclusivamente su un fattore genetico, esso deve essere affrontato tenendo innanzitutto conto di un delicato approccio a livello psicologico ed emotivo, che miri a rinforzare l’autostima e a realizzare una crescita personale che si avvalga del supporto di una terapia di gruppo, attraverso la quale l’individuo possa prendere coscienza di sé e delle sue qualità. Solo in questo modo il balbuziente potrà essere correttamente spinto ad affrontare di petto i suoi problemi, e ad esercitarsi con il chiaro obiettivo di re-inserirsi in quella società che, fino a quel momento, ha sfuggito per timore.

I trattamenti per affrontare la balbuzie

La componente psicologico-cognitiva è fondamentale per creare lo stimolo all’esercizio, altrettanto importante per permettere al balbuziente di superare con successo le proprie problematiche verbali. Gli esercizi fonetici e di respirazione partono dal presupposto che il soggetto balbuziente non presenta alcuna compromissione né a livello bucco-fonatorio né a livello motorio o muscolare: i problemi riguardano invece l’articolazione dei suoni, dovuti ad un irrigidimento dei muscoli fonatori e respiratori, soggetti ad un blocco causato dall’ansia da prestazione. Gli esercizi di respirazione e di rilassamento muscolare mirano proprio alla prevenzione di questo riflesso, così da rendere cosciente il balbuziente di essere in grado di comunicare: una volta che si sarà reso conto di essere alla pari con gli altri, attraverso una terapia che gli insegni l’emissione e la pronuncia corretta delle sillabe, l’esercizio quotidiano renderà più agevole prima la lettura e poi un parlato che sia fluente e privo di intoppi.

Sconfiggiamo insieme la balbuzie

Una delle cose da tenere in maggiore considerazione quando si affronta una persona con problemi di disfluenza verbale, è l’importanza dell’ambiente che lo circonda. Trattandosi di un problema soprattutto emotivo, i balbuzienti necessitano dell’appoggio non solo di un terapeuta esperto, ma anche della loro famiglia: spesso, infatti, i soggetti che balbettano sono portati ad aumentare le loro difficoltà a causa di un ambiente familiare dominato dall’ansia. In questo senso, compito dell’esperto è anche quello di sensibilizzare la famiglia e di istruire i suoi membri ad un comportamento che sia consono al percorso di guarigione del balbuziente. In questo modo, insieme all’aiuto dell’ambiente scolastico, degli insegnanti e della terapia di gruppo, si potrà aiutare la persona a superare la balbuzie e a re-inserirsi in società operando tutti insieme.