Un ascensore ristrutturato è ad Arezzo un ottimo biglietto da visita per le aziende


Ascensore ristrutturatoÈ sbagliato giudicare dalle apparenze, ma quando la propria azienda ha delle grosse ambizioni per il futuro bisogna fare in modo che ogni suo aspetto sia orientato verso il successo. Con “ogni suo aspetto” vanno intese non solamente le strategie operative del business ma anche il modo con cui l’edificio in cui è ospitata l’azienda si presenta agli occhi di potenziali clienti o partner.

Disporre di un ascensore ormai troppo in là con gli anni al servizio dei vari piani dello stabile, che magari si muove a scossoni e le cui porte cigolano, oppure ancora che presenta evidenti segni di usura su porte e pulsantiere, non è certo un bel modo di presentarsi al pubblico da parte di un’azienda.

Qualcuno potrebbe obiettare che, pur essendo d’accordo in linea teorica sulla necessità di contare su un impianto elevatore all’altezza delle aspettative del cliente, quando all’atto pratico bisogna aprire i cordoni della borsa… la spesa necessaria per sostituire il vecchio ascensore con uno nuovo è tutt’altro che trascurabile!

Obiezione più che legittima, ma è opportuno controbattere che non è per forza obbligatoria la “rottamazione” del vecchio impianto: con opportuni interventi di ristrutturazione e ammodernamento si preservano le parti funzionanti dell’ascensore sostituendo solamente quelle che ne hanno bisogno.

In questo modo si effettua un restyling che costa molto meno rispetto alla sostituzione tout court. Un bel risparmio, di cui possibile approfittare ad Arezzo grazie alla ristrutturazione ascensori effettuata da Arno Manetti: l’azienda, con certificazione ISO 9001, è in grado di riportare indietro le lancette dell’orologio di ogni tipo di impianto.