Gli appartamenti per gli studenti a Parma a rischio di “nero”


Sono decine di migliaia gli studenti universitari italiani che si trasferiscono in un’altra città per iscriversi alla facoltà che desiderano frequentare ma, nonostante i numeri siano elevati, il fenomeno degli affitti in nero è oggi più che mai dilagante.

Solo il 24% degli studenti fuorisede italiani è tutelato dalla presenza di un regolare contratto di locazione: lo ha stabilito l’indagine, svolta per conto dell’Associazione Contribuenti Italiani, del Centro Studi e Ricerche Sociologiche “Antonella Di Benedetto” della KRLS Network of Business Ethics.

Ragazza che guarda delle caseI dati, relativi all’anno 2014, parlano di un aumento piuttosto consistente degli affitti in nero che sono cresciuti del +6% rispetto al 2013; paragonata alla media nazionale la Lombardia spicca con il suo +7.3% di aumento annuale mentre l’Emilia Romagna si colloca al di sotto della media (+4.7%).

Anche a Parma spesso gli appartamenti per gli studenti soffrono di questo malcostume che, oltre a sottrarre enormi quantitativi di denaro al fisco, rappresenta anche un pericolo per gli stessi ragazzi. Gli alloggi affittati in nero non hanno alcuna garanzia, spesso offrono condizioni di vita disagevoli ed è possibile che gli inquilini vengano sfrattati da un momento all’altro senza preavviso!

Per evitare di finire nella rete degli alloggi in nero è bene selezionare con cura gli appartamenti per studenti universitari disponibili a Parma e non venire a patti con chi cerca di fare il furbo proponendo contratti di locazione irregolari o addirittura inesistenti. Le alternative per un affitto in regola non mancano, come ad esempio le Residenze del Campus – strutture che offrono soluzioni abitative per coppie di studenti a pochi passi dal campus della città.