Amazon Underground sbarca in Italia con migliaia di App Gratis


Quante volte sarà successo che un gioco si blocchi sul più bello? E che magari per proseguire si deve sottoscrivere un abbonamento? Quasi tutti i giochi, almeno i più belli, richiedono un pagamento extra per sbloccare tutte le funzioni; in alternativa, dei messaggi pubblicitari appaiono in maniera selvaggia, rendendo il gioco lento e non più piacevole.

Amazon ha avuto un’idea rivoluzionaria per accaparrarsi molti clienti, soprattutto i più giovani. Già sperimentato con successo negli Stati Uniti, in Germania e nel Regno Unito, Underground è pronto per essere lanciato anche nel nostro paese.

Si tratta dello Store di Amazon nel quale è possibile scaricare giochi e altri tipi di applicazione in maniera completamente gratuita. Il cliente non ha più limiti di utilizzo e non si vedrà spuntare fuori quegli odiosi pop-up che rallentano il proprio dispositivo. Quindi la App ha le stesse identiche funzioni di quella che richiede un abbonamento, senza però che l’utente sia costretto a pagare nulla.

L’idea che ha avuto Amazon è di pagare direttamente gli sviluppatori, senza far ricadere alcun costo al consumatore finale. Creare un’App gratis è una funzione già esistente, ma in questo caso il colosso dell’e-commerce si fa carico delle spese, riconoscendo una quota fissa pari a 0,002 centesimi di dollari per ogni minuto che il cliente passa su quella App.

Tanto per fare un esempio la Rovio, azienda creatrice di Angry Birds, ha già usufruito di questo nuovo modello di business e ha dichiarato che i suoi introiti si sono triplicati, rispetto a quanto avrebbe incassato vendendo la propria App su Play Store.

Amazon ovviamente non fa beneficienza, questa funzione è riservata a chi ha un account con loro. L’obiettivo è quello di accontentare i clienti più giovani e i loro genitori, offrendo un prodotto a basso costo e senza rischi di spese extra; in questa ottica si sposa alla perfezione il tablet Amazon Fire, in commercio a soli 59€.

Ma Underground non si limita ai giochi, ci sono disponibili anche pacchetti office ed altro, per un totale di un migliaio di applicazioni. È possibile creare un’App Android e farla funzionare con risultati sono molto soddisfacenti; tutto quello che si deve fare è scaricarla ed installarla sul proprio dispositivo.

L’Italia è un paese di scettici, il 71% degli utenti scarica soltanto applicazioni gratuite e non si fida a lasciare i dati della carta di credito; questo nuovo modello proposto da Amazon, sembra fatto apposta per accontentare tutti i consumatori e dà la possibilità di guadagnare anche a chi vuole provare a sviluppare applicazioni.

Alcuni servizi per creare App, come Prontoappfacile, consentono di realizzare applicazioni gratuite e svilupparle. Si può fare per il proprio business oppure per conto terzi, rivendendo la App.