Chi Può Adottare un Bambino a Distanza


Adottare a distanza un bambino in difficoltà significa dare il proprio contributo per la sua sicurezza, il suo sostegno economico e la sua educazione, e così assicurargli un futuro migliore.

L’adozione a distanza, a differenza dell’adozione internazionale, non ha valore giuridico, ma è un impegno morale a sostenere economicamente un bambino in difficoltà in una zona povera e spesso remota del mondo. Il bambino non lascerà il suo paese e non diventerà parte della tua famiglia a tutti gli effetti, ma potrà continuare a vivere e formarsi nel suo paese.

Sono molte le organizzazioni missionarie, gli enti e le ONLUS che danno la possibilità di adottare un minore a distanza. Questa forma di adozione comprende un contributo economico versato mensilmente all’associazione, che avrà cura di destinare questa somma al sostentamento dei bambini di una determinata comunità o di un bambino in particolare, e di tenere aggiornato il genitore adottivo sulla comunità o sulla vita del bambino sostenuto a distanza.

Non sempre i bambini che si possono adottare a distanza sono effettivamente orfani: spesso però la loro famiglia non è in grado di provvedere al loro sostentamento, ed è qua che interviene il genitore a distanza: è anche possibile sostenere a distanza un’intera famiglia, una comunità, una scuola e così via.

Adottare un bambino a distanza: ma quanto costa?

Qual è la somma mensile che viene versata per un’adozione a distanza? Non c’è una somma fissa ma dipende dall’associazione, dalla zona del mondo e dal tipo di sostegno a distanza. Tuttavia bisogna considerare che la vita nei paesi del Terzo Mondo è molto meno cara che qua da noi in Italia e anche un contributo modesto può fare molto per cambiare in meglio la vita di un bambino.

Il contributo economico versato dal genitore a distanza andrà a fornire aiuto per il cibo, le medicine, e l’istruzione del ragazzo: spesso è proprio questo l’aspetto più oneroso per le famiglie d’origine, che non possono permettersi di pagare la retta scolastica, i libri di testo o le spese di trasporto per il minore.

Chiunque può adottare un bambino a distanza, per aiutare non solo lui, ma anche la comunità in cui è inserito, a sperare in un futuro migliore.