Per l’acciaio inox la lucidatura è il miglior trattamento estetico


Come può essere pulito un oggetto di acciaio che appare sporco e interessato dalla presenza di impurità sulla sua superficie? Probabilmente la prima soluzione che viene in mente è rappresentata da una energica spazzolatura che, insieme a un po’ di buon vecchio olio di gomito, permette di rimuovere tutto ciò che è estraneo all’oggetto.

Confronto tra oggetti prima e dopo l'elettrolucidaturaC’è, però, un “però”. La spazzolatura è sì un procedimento efficace, ma è anche molto abrasiva sulla superficie e non è detto che ci si possa permettere di avere un oggetto con dei graffi al termine del lavoro di pulizia; inoltre, sempre per via delle sollecitazioni meccaniche, è possibile anche che avvenga un surriscaldamento dello stesso con conseguenze negative per la sua integrità.

Che fare quindi per far tornare un manufatto di metallo in condizioni paragonabili al nuovo? È proprio qui che entra in gioco la lucidatura che, eseguita sull’acciaio inox, permette di rimuovere efficacemente tutte le impurità ma senza danneggiare in alcun modo il materiale.

Per farlo si sfrutta il passaggio di una corrente elettrica controllata che va a pulire efficacemente la superficie del manufatto conferendole omogeneità, brillantezza e lucidità. Un altro vantaggio dell’elettrolucidatura dell’acciaio inox è rappresentato dalla uniformità del risultato finale: anche le zone più nascoste o difficili da raggiungere vengono pulite alla perfezione, a differenza di quanto invece avviene con le spazzole e i loro limiti “fisici”.